Al Verdi il tradizionale «Concerto per il Nuovo Anno»

Appuntamento il 2 gennaio con l’Orchestra Filarmonica Pugliese diretta dal M° Giovanni Minafra. Da lunedì 17 dicembre la distribuzione dei tagliandi gratuiti presso la biglietteria del teatro.

Oltre un’ora di musica per dare il benvenuto al 2019. Si rinnova così il tradizionale «Concerto per il Nuovo Anno», voluto dall’Amministrazione comunale di Brindisi e organizzato dalla Fondazione Nuovo Teatro Verdi. L’atteso appuntamento, in programma mercoledì 2 gennaio 2019 nel Nuovo Teatro Verdi (ore 20.30), è firmato dall’Orchestra Filarmonica Pugliese, compagine lirico-sinfonica nata nel 2013, in collaborazione con l’associazione Auditorium di Castellana Grotte. I brani, del repertorio classico, saranno eseguiti da oltre quaranta professori diretti dal Giovanni Minafra, direttore stabile dell’Orchestra, con solista la giovane pianista brindisina M° Stefania Argentieri. I danzatori dell’«Accademia delle Danze» accoglieranno il pubblico con un preludio nel foyer dal titolo «OgniMioRespiro», poi danzeranno in platea su alcune musiche del concerto, con coreografie della Maestra Maria Chiara Di Giulio. Un’occasione unica per ascoltare celebri valzer viennesi, ouverture, concerti tratti dalle opere più celebri. Il M° Minafra, protagonista di tournée nei più grandi teatri del mondo e di numerose registrazioni per la Rai e famose case discografiche, è pronto a interpretare un programma che ripercorre la grande tradizione dei concerti di Venezia e di Vienna.

Lo spettacolo, che ha raccolto numerosi consensi dalla critica di settore, regalerà al pubblico alcune delle più acclamate composizioni di Johann Strauss Jr., Pëtr Il’ič Čajkovskij e Dmitri Shostakovich. Il Concerto per pianoforte e orchestra op. 23 n. 1 di Čajkovskij è uno dei più eseguiti in tutto il mondo, celebre per la sua grandezza monumentale, ed è il più noto dei tre composti dall’autore russo. Poi alcune pagine celebri di Johann Strauss Jr., tra polke e valzer, per un magico e indimenticabile viaggio lungo le sponde del Danubio: un effervescente e raffinato omaggio al musicista e compositore fra i più originali del panorama musicale di tutto l’Ottocento, vetta illuminata di una famiglia definita all’epoca «la più amabile dispensatrice di gioia». Si termina con Waltz n. 2 di Dmitri Shostakovich, il celebre settimo movimento che fa della «Suite per Orchestra di Varietà» una delle opere più note del compositore pietroburghese, utilizzato nella colonna sonora del film di Stanley Kubrick «Eyes Wide Shut» (1999), per i titoli di testa e di coda.

Per prenotare il posto in sala è necessario ritirare il tagliando di ingresso gratuito, per un massimo di quattro a persona. Il ritiro sarà possibile solo presso la biglietteria del Teatro Verdi a partire da lunedì 17 dicembre (apertura sportello ore 11-13 e 16-18), fino ad esaurimento posti. Non è consentita la prenotazione telefonica. Durata del concerto: 75 minuti.

Info (0831) 562 554 – 229 230

Il programma del concerto è così articolato:
Pëtr Il’ič Čajkovskij – Concerto per pianoforte e orchestra op. 23 n. 1
Intervallo
Pëtr Il’ič Čajkovskij – «Valzer» da La Bella Addormentata
Johann Strauss Jr. – Marcia persiana
Johann Strauss Jr. – «Valzer» Sul bel Danubio blu
Johann Strauss Jr. – Pizzicato Polka
Johann Strauss Jr. – «Valzer» Voci di Primavera
Dmitri Shostakovich – Waltz n. 2

Si comincia alle ore 20.30
Durata dello spettacolo: 75 minuti

Per tutte le informazioni Tel. (0831) 229230 – 562554




Condividi elemento

0 comments on “Al Verdi il tradizionale «Concerto per il Nuovo Anno»

Comments are closed.