Mese: settembre 2018

Stagione: il «Leonardo» di Sgarbi sostituisce «Hairspray»

Lo spettacolo «Hairspray – Grasso è bello», programmato il prossimo 27 febbraio al Nuovo Teatro Verdi di Brindisi tra i titoli del cartellone 2018-19, è stato annullato per la rinuncia della produzione ad allestire lo spettacolo. Sarà sostituito, nella stessa data (ore 20.30), da «Leonardo» di e con Vittorio Sgarbi. Intanto, continua la campagna abbonamenti con la fase dedicata alle sottoscrizioni degli abbonamenti all’intera stagione (tipologia denominata «Pensieri e parole»), che precede la proposta dei format parziali a sei spettacoli prevista a partire dal 15 ottobre. Per il mese di ottobre è programmato anche un diverso orario di apertura della biglietteria: la mattina dalle 11 alle 13 e il tardo pomeriggio dalle 18.30 alle 20.30, dal lunedì al venerdì (info 0831 562554).

Sull’onda della magistrale performance su Michelangelo, che lo scorso anno ha mostrato al pubblico di Brindisi straordinari fenomeni premonitori della contemporaneità, l’inesauribile Vittorio Sgarbi torna al Verdi per segnare un originale percorso su Leonardo, di cui proprio nel 2019 ricorre il cinquecentenario della morte. Il critico si confronta con la superstar del Rinascimento, le iperboliche imprese dell’anarchico esploratore col vezzo dell’arte e la tensione al volo. Leonardo, ingegnere, pittore, scienziato e talento universale del Rinascimento, ci ha tramandato un corpus infinito di opere da studiare, ammirare e sulle quali tornare a riflettere ed emozionarsi. In scena non solo i capolavori «Monna Lisa» e l’«Ultima Cena», ma anche la bellezza degli studi che Leonardo intraprese, come quello che lo portò a volare. Leonardo è un altro viaggio, con tempi e modalità sorprendenti, con un lavoro minuzioso delle trame, composte e curate da «Doppiosenso», e progettate da Valentino Corvino e Tommaso Arosio che hanno dedicato uno studio alle relazioni profonde tra suono e immagine. Nello spettacolo il linguaggio, le tecnologie e gli immaginari sono rielaborati e messi alla prova nello sviluppo di opere sceniche, performance ed installazioni. Con questa misurata miscela esplosiva, ecco a voi lo spettacolare enigma di Leonardo rivelato.

Pensa al tuo bene

L’Amministrazione Comunale di Brindisi aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio 2018 con “Pensa al tuo bene”, una proposta di aperture straordinarie e ad ingresso gratuito dei beni patrimoniali e siti culturali, arricchiti per l’occasione di mostre, laboratori e percorsi esperienziali che valorizzano il tema della condivisione. Le due giornate di esplosione dell’arte sono il 22 e il 23 settembre e andranno in concomitanza in tutte le città europee che aderiscono al progetto.

IL PROGRAMMA COMPLETO


APERTURA SITI DI INTERESSE CULTURALE

Monumento al Marinaio d’Italia 22 e 23 settembre ore 11.00 – 21.00
Palazzo Nervegna 22 e 23 settembre ore 8.40 – 22.00
Tempio di San Giovanni al Sepolcro 22 e 23 settembre ore 8.00 – 21.00
Bastione San Giacomo – Ipogeo 22 e 23 settembre ore 17.00 – 19.30
Palazzina di Belvedere – Collezione archeologica Faldetta 22 e 23 settembre ore 10.00 – 13.00, 18.00 – 21.00
Nuovo Teatro Verdi 22 e 23 settembre ore 10.00 -13.00, 18.00 – 21.00
MAPRI 22 e 23 settembre ore 10.00 – 13.00, 18.00 – 21.00

PERCORSI ESPERIENZIALI
Le fortificazioni in un click
LUOGO Partenza unica da Porta Lecce
DATA E ORA 22 e 23 settembre ore 16:00 – 18:00
A CHI È RIVOLTO Pubblico generale e bambini
DESCRIZIONE Visita guidata e laboratorio didattico esperienziale. Scopriamo Brindisi attraverso l’obiettivo fotografico, un percorso innovativo tra le mura della città per conoscere la sua storia da un nuovo punto di vista, le fortificazioni! Al termine un workshop sulle tecniche fotografiche all’interno del Bastione di Porta Mesagne renderà la nostra esperienza indelebile.

Da una lettera inedita la bellezza ritrovata
LUOGO Chiesa di San Benedetto, MAPRI, Palazzina Belvedere
DATA E ORA 22 e 23 settembre ore 18.00 – 20:00
A CHI È RIVOLTO Pubblico generale
DESCRIZIONE Percorso esperienziale. Un percorso inedito tra tre siti culturali della città seguendo le tracce della lettera di suor Albina Montenegro, monaca claustrale brindisina in cui racconta con estrema precisione di un ritrovamento nel 1762 di monete antiche e di una statua di un Ercole nel porto di Brindisi.

MOSTRE

L’Appia ritrovata in cammino da Roma a Brindisi
LUOGO Fondazione Teatro Verdi
DATA E ORA 22 e 23 settembre ore 10.00 – 13.00, 18.00 – 21.00
A CHI È RIVOLTO Pubblico generale
DESCRIZIONE Paolo Rumiz racconta l’Appia attraverso documenti, fotografie e supporti multimediali. Una testimonianza per sancire la riscoperta e la restituzione al Paese dell’intero percorso della prima grande via europea, da Roma a Brindisi, percorsa a piedi nell’estate 2015 da Paolo Rumiz, Riccardo Carnovalini, Alessandro Scillitani e Irene Zambon, a 2327 anni dall’inizio della sua costruzione.

Puglia preistorica
LUOGO Bastione San Giacomo – Ipogeo
DATA E ORA 22 e 23 settembre ore 17.00 – 19.30
A CHI È RIVOLTO Pubblico generale, bambini
DESCRIZIONE La mostra, allestita nel suggestivo ipogeo del bastione accompagnerà i visitatori in un viaggio nella storia della Terra e dell’evoluzione attraverso il racconto che ci giunge dal mondo dei fossili. L‘esposizione, pensata e realizzata per un pubblico di tutte le età, mette in luce l’importanza dei ritrovamenti fossili in Puglia.

Il potere dell’immaginazione. La stagione dei movimenti
LUOGO Archivio di Stato
DATA E ORA 23 settembre ore 17.30 – 20.00
A CHI È RIVOLTO Pubblico generale
DESCRIZIONE Mostra di materiali vari a stampa riferiti al 1968, donati da Emanuele Amoruso. Seguirà una conversazione con Marco Boato, con la presentazione del volume: Il lungo sessantotto in Italia e nel mondo (ETS – LA SCUOLA).

Da Guglielmo Marconi al terzo millennio
LUOGO Casa del Turista
DATA E ORA 22 e 23 settembre ore 09.00 – 12.30, 16.00 – 20.30
A CHI È RIVOLTO Pubblico generale
DESCRIZIONE Esposizione di radio trasmittenti e riceventi del passato e del presente, apparecchiature correlate. Fotografie. Filmati. Riproduzione di articoli di riviste e giornali. Monologo “Abbassa la tua radio per favor” a cura del Prof. Mimmo Tardio.

LABORATORIO

Il principe ellenistico e la lavorazione dei metalli
LUOGO Museo Archeologico F. Ribezzo – Piazza Duomo
DATA E ORA 22 e 23 settembre ore 10:30 – 12:30 (ore 10:30 partenza unica)
A CHI È RIVOLTO Bambini
DESCRIZIONE Visita guidata e laboratorio didattico esperienziale. Come si realizza una statua in bronzo? Una visita guidata nel museo ci svelerà la storia e le tecniche di fusione dei metalli, a cui seguirà una dimostrazione della fusione del metallo ed una riproduzione di un piccolo manufatto. Una postazione multimediale ci consentirà di ormeggiare una nave mercantile romana nell’antico porto di Brindisi.

Tutti gli ingressi sono gratuiti

INFO E PROGRAMMA
www.visitbrindisi.it
Info point Nervegna
via Duomo, 20
h.9.00 – 20.00
telefono 0831229784

Parte la campagna per i nuovi abbonati

Prosegue la campagna abbonamenti per la stagione teatrale 2018-19 del Teatro Verdi di Brindisi. Dopo l’apertura dedicata ai rinnovi, partono lunedì 17 settembre, infatti, i nuovi tesseramenti all’intera stagione, un format ispirato alla storia artistica di Lucio Battisti, denominato «Pensieri e Parole», che comprende i 13 titoli in cartellone. Un ricco carnet di proposte che attraversa epoche, stili e generi, fra tradizione del classico ed esplorazione dei territori artistici più vivaci dalla scena contemporanea. L’abbonamento «Pensieri e Parole» (13 spettacoli) ha il costo di 275 euro nel primo settore, 245 euro nel secondo, 200 in galleria. Restano confermate le agevolazioni per gli studenti fino a 25 anni, 100 euro in tutti i settori, e per i ragazzi fino a 12 anni (e gruppi scolastici di almeno 15 studenti), 75 euro in qualsiasi settore.

Come ogni anno, all’abbonamento completo si aggiungono due proposte più “light” che comprendono ciascuna sei titoli. Anche in questo caso l’ispirazione arriva dalla musica, quella di Lucio Battisti e Lucio Dalla, protagonista nell’ultimo spettacolo in cartellone: «Emozioni» e «Futura». L’abbonamento «Emozioni» include i seguenti spettacoli: «La musica fa crescere i pomodori», «Le bal. L’Italia balla dal 1940 al 2001», «La notte poco prima delle foreste», «Parenti serpenti, «Hairspray. Grasso è bello», «L’importanza di chiamarsi Ernesto». «Futura» i titoli: «L’abito nuovo», «Aggiungi un posto a tavola» (30 gennaio), «Pensaci, Giacomino», «Don Chisciotte», «Tutto il mondo è un palcoscenico», «Lucio incontra Lucio». Le due tipologie hanno il costo di 140 euro nel primo settore, 125 nel secondo, 102 in galleria. Per gli studenti 60 euro, per i ragazzi fino a 12 anni 38 euro, in ogni settore del teatro. «Emozioni» e «Futura» saranno disponibili da lunedì 8 a venerdì 12 ottobre per le conferme (senza tuttavia prelazione sul posto) dei vecchi abbonamenti parziali («La dolce vita» e «La grande bellezza»), mentre da lunedì 15 ottobre saranno a disposizione per tutti gli interessati.

I due abbonamenti parziali non comprendono «Sento la terra girare», spettacolo con Teresa Mannino in programma il 17 gennaio 2019, ma agli abbonati è data priorità per l’acquisto del biglietto. Infine, a partire da lunedì 22 ottobre sarà possibile acquistare i biglietti per tutti gli spettacoli in cartellone.

Aperture botteghino
Per il mese di settembre, il botteghino del teatro sarà aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì. Gli orari di apertura sono dalle 11 alle 13 e dalle 18 alle 20 (info tel. 0831 562 554).

La stagione
La nuova programmazione contiene alcuni espliciti richiami alla storia della letteratura, che traccia la sua influenza in diversi titoli del cartellone: la proposta artistica rafforza e consolida il teatro nel suo essere “luogo” di confronto costante con la scena contemporanea, estendendo lo sguardo, oltre che alla letteratura, anche al teatro musicale, al comico d’autore e al musical. Le scelte del direttore artistico, Carmelo Grassi, si confermano orientate sulla qualità delle produzioni: beniamini del pubblico, maestri della scena, testi classici, commedie e nuovi autori sono i protagonisti della nostra “storia” che inizia a novembre e si conclude a marzo. I nomi del migliore cinema italiano sfidano la scena accanto ai grandi artisti dello spettacolo dal vivo: Peppe Vessicchio e «I solisti del Sesto Armonico», Teresa Mannino, Pierfrancesco Favino, Gianluca Guidi, Leo Gullotta, Lello Arena, Alessio Boni, Serra Yilmaz, Marcello Prayer, Giampiero Ingrassia, Emilio Solfrizzi, Antonio Stornaiolo e Sebastiano Somma, sono solo alcuni dei protagonisti che formano il nuovo cartellone del Verdi.